Flagge Italien   Lo standard del Volpino Italiano   Flagge Italien

 

The Standard
 maschi / male  25 - 30 cm
 femmine / female  25 - 28 cm
 peso / weight:  about 5 kg

 

Origine, classificazione e cenni storici

Origine: Italia.
Classificazione F.C.I.: Gruppo 5 - cani di tipo spitz e tipo primitivo.

 Il Volpino discende  dallo Spitz europeo, che ha abitato l'Italia durante l'età del bronzo. Questo cane era molto apprezzato dai sovrani e dalla nobiltà italiana e molto spesso gli artisti del rinascimento anno dedicato le loro tele a questo piccolo cane bianco. Dopo la II guerra mondiale, l'interesse per questa razza è andato calando e nel1965 l'ENCI ha registrato gli ultimi 5 soggetti.Dopo tale data la razza è sparita dall'annotazione fino a che ENCI non lanciò un progetto di recupero per le razze storiche italiane. I volpini che sopravvivevano sui poderi e nelle sedi rurali del paese sono stati selezionati per far rivivere la razza. Tuttavia, i cani rimangono estremamente rari.    

Razza popolare nella nobiltà romana e in toscana. E’ una razza considerata molto elegante. Il suo nome deriva dalla parola “volpe”.

Aspetto generale

Cane di piccola mole, mesomorfo, molto raccolto ed armonico nell’insieme. Si distingue a causa del suo folto pelo sollevato e abbastanza lungo.

Carattere

E' un cane molto intelligente, molto vivace e grazioso.
E’ una razza che si affeziona molto facilmente alla persona che se ne prende cura. Alcuni sostengono che le ragioni della sua rarità stanno nel fatto che in un periodo lo si è confuso con il Volpino di Pomerania che è quasi identico nell’aspetto e che quest’ultimo abbia preso il sopravvento.
E’ un canino dalle attitudini e dalle qualità sicuramente da apprezzare.

Tronco: con costruzione quadrata. La sua lunghezza è uguale all’altezza al garrese.
Testa e muso: il muso è di lunghezza inferiore a quella del cranio. Le facce laterali sono tra loro convergenti. Il muso è appuntito. La canna nasale è rettilinea.
Tartufo: sulla stessa linea della canna nasale e non è sporgente rispetto alla linea verticale anteriore delle labbra. Pigmentazione sempre nera.
Denti: perfettamente allineati e completi nello sviluppo e nel numero. La chiusura ideale è a forbice, ma è tollerata anche quella a tenaglia.
Collo: di lunghezza pari a quella totale della testa con portamento sempre eretto.
Pelle: aderente in tutte le parti del corpo.
Arti: perfettamente in appiombo e perfettamente paralleli tra loro sia i posteriori che gli anteriori.
Spalla: con lunghezza pari a ¼ dell’altezza al garrese e con inclinazione di 60 gradi rispetto al piano orizzontale.
Muscolatura: di buon sviluppo rispetto alle dimensioni del cane.
Linea superiore: leggermente convesso ai lombi ma sempre rettilinea.
Coda: portata in posizione corretta, cioè arrotolata sul dorso. La lunghezza è di poco inferiore all’altezza al garrese.
Proporzioni: Costruzione nel quadrato, la testa ha una lunghezza di 4/10 rispetto alla lunghezza totale del tronco.
Pelo: Lungo e molto folto con tessitura vitrea. Si deve sempre mantenere sollevato.
Colori ammessi: bianco uniforme, rosso uniforme ed il colore champagne che è ammesso ma non desiderato.
Difetti più ricorrenti: depigmentazione del tartufo, misure fuori standard (altezza di 3 cm oltre i limiti), canna nasale convessa, enognatismo, divergenza degli assi cranio-facciali, anurismo, colori non previsti, macchie rosse su fondo bianco, monorchidismo, criptorchidismo.


Sito web gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!